Studio di Consulenza del Lavoro e Selezione del Personale Dott.ssa MANUELA TRAPANESE Delega n°CL10050FL
Studio di Consulenza del Lavoro e Selezione del PersonaleDott.ssa MANUELA TRAPANESE Delega n°CL10050FL

INDENNITÀ DI ASPI ANTICIPATA - (art. 2, comma 19, legge n. 92 del 28 giugno 2012)

I lavoratori licenziati che fruiscono dell’indennità di ASpI possono richiedere la corresponsione anticipata dell’indennità per autofinanziarsi l’inizio un'attività di lavoro autonomo, un’attività̀ di auto impresa o di micro impresa o associarsi in cooperativa in conformità̀ alla normativa vigente o intraprendere un’attività di collaborazione a progetto ovvero di co.co.co. svolta con committente diverso dal datore di lavoro con cui è cessato il rapporto di lavoro che ha determinato il diritto all’indennità di disoccupazione ASpI o che intendono sviluppare a tempo pieno un’attività autonoma già iniziata durante il rapporto di lavoro dipendente la cui cessazione ha dato luogo alla
prestazione ASpI.

La domanda va presentata all’INPS – entro i termini di fruizione della prestazione e, comunque, entro 60 dalla data di inizio dell'attività autonoma o dell’associazione in cooperativa utilizzando l’apposito modello Domanda di anticipazione dell’indennità di ASpI – Mod. Anticipazione ASpI Codice SR142 – allegando la documentazione richiesta.

L’importo dell’anticipazione – su cui è operata la trattenuta IRPEF - è pari all'intera indennità di ASpI spettante, decurtata delle mensilità già eventualmente percepite. Tale prestazione è riconosciuta nel limite complessivo annuo di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2013, 2014 e 2015.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Copyright 2013 Dott.ssa Manuela Trapanese P.IVA: 01733890857